Una realtà
che rappresenta
1.500 aziende
e 26 categorie
nell'ambito produttivo, manifatturiero e dei servizi Confartigianato isontino: una grande risorsa del territorio
una GRANDE SQUADRA

scarica l'ultimo numero di Informaimpresa

Scarica l'ultimo numero per essere sempre aggiornato
Archivio arretrati

CORONAVIRUS - Regione F.V.G. - finanziamenti agevolati e garanzie a favore delle imprese danneggiate dalla crisi economica da Coronavirus

La Giunta Regionale, con delibera del 20 marzo, ha stabilito i criteri e le modalità per la concessione di finanziamenti agevolati a favore delle imprese danneggiate dalla crisi economica da Coronavirus.


Le liquidità disponibili per i finanziamenti agevolati a valere sulle Sezioni anticrisi (amministrate dal Comitato di gestione del Frie) ammontano a 2,3 milioni di euro a favore del comparto artigiano, mentre le garanzie, assegnate ai Confidi, sono pari a 9,5 milioni di euro.
 
Tra le interessanti novità introdotte evidenziamo la previsione di un regime di aiuto diverso dal “de minimis", che permetterà alle imprese di poter sforare il limite di 200.000 euro (imposto dal “de minimis”) nell’ultimo triennio, senza obbligo di notifica all’UE.

Per quanto riguarda, nel dettaglio, il capitolo relativo ai finanziamenti agevolati, segnaliamo alcune importanti novità rispetto al normale funzionamento delle Sezioni Anticrisi:
  • abbassamento del limite minimo del finanziamento nella misura di euro 5.000 e massimo di euro 300.000 (durata massima di 10 anni per il consolidamento di debiti a breve termine, durata massima di 60 mesi per sostenere le esigenze di credito a breve e medio termine);
  • i finanziamenti agevolati sono concessi al tasso fisso dello 0,5 %, invece che dell'1 %;
  • è abrogato l'obbligo di richiedere garanzie da parte della banca attuatrice (Banca Mediocredito F.V.G.);
  • possono accedervi anche i liberi professionisti e tutte le imprese dei servizi, incluse quelle del settore dei trasporti;
  • è stata introdotta la possibilità di un anno di preammortamento e le istruttorie del Comitato di gestione del Frie sono state accorciate da 90 giorni a 30 giorni;
  • più agevoli infine i parametri di accesso alle misure in esame per le imprese, che potranno chiedere che il finanziamento per le esigenze a breve o medio termine sia calcolato anche sulla media delle previsioni dei costi ammissibili relativi all'anno in corso e ai prossimi due, e non soltanto (come attualmente previsto) sulla media dei consuntivi relativi ai tre anni passati.
 
Sarà possibile inoltre chiedere nuovi prestiti delle Sezioni anticrisi anche per chi ne ha già usufruito in passato.
 
Si considerano danneggiate dalla crisi emergenziale le imprese che attestano una perdita di reddito nel semestre successivo al 23 febbraio 2020; per effettuare il calcolo della perdita di reddito sono state previste diverse alternative, in modo da consentire all'azienda attiva da almeno due anni di scegliere il metodo che ritiene più adeguato.

Due specifiche delibere hanno poi stanziato fondi aggiuntivi ai Confidi, che possono così potenziare fino all’80% le garanzie in favore delle imprese colpite dalla crisi in atto, con sconti commissionali del 50%.
 
Per maggiori dettagli potete contattare il referente dell’ufficio credito, Giulio Pappalardo, scrivendo all’indirizzo e-mail  giulio.pappalardo@confartigianatoisontino.it
 
 
 Il Segretario Generale                                  Il Presidente
     (dott. Marco Gobbo)                                (Ariano Medeot)